Rebecca Moccia

Rebecca Moccia nasce a Napoli nel 1992. Attualmente vive e lavora a Milano. Dopo essersi diplomata in Scultura all’Accademia di Belle Arti di Brera nel 2014, si laurea in Storia e Critica d’arte all’Università Statale di Milano.
Dal 2012 partecipa a numerose mostre collettive tra le quali: L’intimità dell’immagine come luogo in comune (2012) a cura di Gianni Caravaggio a ViaFarini, DOCVA, Milano; Incontro nel 2013, a cura di Bernard Rudiger e Gianni Caravaggio al Réféctoire des Nonnes, ENSBA a Lione; Chaotic Passion (2015) a cura di Anna Lovecchio e CHAN, Museo di arte contemporanea di Villa Croce a Genova; Throwing Balls in the Air, Academiae Youth Art Biennale(2016) a cura di Christiane Rekade e Francesca Boenzi alla Fortezza di Bressanone / Franzenfeste; Io Sono Qui (2017) a cura di Lorenzo Bruni, MACRO Testaccio, Roma; More Than Words (2018) a cura di Daniela Ferrari a Mazzoleni, Londra; Il disegno politico italiano (2019) a cura di Aurora Fonda e Sandro Pignotti, galleria AplusA, Venezia.
Il 2015 è l’anno della sua prima mostra personale Sempre più di questo, a cura di Lorenzo Bruni presso la galleria Massimodeluca di Mestre (VE), seguita da: Substantial con Ornaghi e Prestinari con il contributo di Ginevra Bria a The Open Box a Milano (2016); Cuore, a cura di Stefano Giuri presso Toast Project space a Firenze (2019); Catarifrangente a cura di Jessica Bianchera presso Spazio Cordis, Verona (2019) e Da qui tutto bene a cura di Sergio Risaliti presso il Museo Novecento di Firenze (2019). Per Mazzoleni Torino, in occasione dell’ultima edizione di Artissima, ha realizzato l’installazione Rest your Eyes a cura di Gaspare Luigi Marcone.
Nel 2018 è tra gli artisti selezionati per partecipare al CSAV presso la Fondazione Antonio Ratti di Como; attualmente è artist fellow presso Castro projects, Roma.
Parallelamente alla produzione artistica, Rebecca Moccia ha lavorato all’ ideazione di progetti artist-run come le tre edizioni, da 2015-2017 di Studi Festival a Milano e di FEA Lisboa durante ARCOlisboa 2018 -2019 oltre ad essere attivista nel gruppo AWI – Art Workers Italia.

Esposizioni

MORE THAN WORDS...

Share