Salvatore Astore

Natura e Cultura sono punti di riferimento della mia ricerca artistica, ma più che religione dell’arte, vorrei parlare di sacralità nell’arte

Salvatore Astore nasce nel 1957 a San Pancrazio Salentino, in provincia di Brindisi. Trasferitosi giovanissimo con la famiglia a Torino dove ancora oggi vive e lavora, dapprima si diploma al Liceo artistico della città e poi studia all’Accademia Albertina di Belle Arti.
Attivo già dagli anni Ottanta sulla scena italiana e internazionale, Astore ha privilegiato i linguaggi della scultura, della pittura e del disegno, dando vita a cicli di opere che corrispondono a periodi storici e fasi esistenziali diverse, accomunati però da un profondo desiderio di sperimentazione di tecniche e materiali legati al contesto urbano industriale, e da un interesse specifico per la condizione e il destino dell’essere umano.
Dopo una serie di lavori pittorici dedicati alle Anatomie umane e animali, nel 1984 inizia a produrre un ciclo di sculture di medie e grandi dimensioni realizzate dapprima in ferro saldato e verniciato e poi in acciaio inox, fortemente ancorate alla volontà di creare un vocabolario di forme nuove e autentiche inscritte nella logica delle strutture organiche. Le “Calotte”, i “Container”, le “Suture e Forma”, accompagnati dalle pitture intitolate “Cervelli” inaugurano un’intensa stagione espositiva legata all’indagine sulla plasticità della forma, libera dai consueti autoriferimenti all’arte figurativa e incentrata sull’idea di un rinnovato interesse per l’individuo e il suo tempo.  Nel 1987, una mostra intitolata Immagine Eretta, allestita presso i magazzini di Gondrand di Torino, chiarisce i termini entro i quali si inscrivono questo nuovo “Minimalismo organico” e questo “moderno antropocentrismo”.


Alla fine degli anni ’80 Astore inizia ad esporre le sue opere a Milano negli spazi di Valeria Belvedere. Sono anni in cui si cerca di fare il punto su una nuova generazione di artisti post-poveristi e Astore viene invitato nel 1991 alla mostra Anni’90, a cura di Renato Barilli, Dede Auregli e Carlo Gentili, ospitata presso la Galleria Comunale d’Arte Moderna di Bologna, i musei Comunali di Rimini e la ex colonia “Le Navi” di Cattolica. L’anno seguente partecipa ad Avanguardie in Piemonte 1960-1990, curata dalle storiche dell’arte Mirella Bandini e Marisa Vescovo e nel 1996 alla XII Quadriennale di Roma.
A metà degli anni ’90, l’incontro con l’artista americano Sol Lewitt, verso il quale Astore ha sempre guardato con grande interesse, incide e rafforza lo spirito della sua ricerca artistica.  Espone nella galleria romana di Valentina e Alessandra Bonomo e in quella barese di Marilena Bonomo. In anni più recenti, dopo un ciclo di lavori pittorici, la scultura torna protagonista nel 2008 alla XIII Biennale di Scultura a Carrara, nel 2010 nella grande personale intitolata C’era una Volta e una Stanza, allestita presso la Fondazione 107 di Torino e nel 2011 presso il Frost Art Museum di Miami. In anni recenti il rapporto decennale con la famiglia Mazzoleni si consolida attraverso diversi progetti curati dalla galleria, tra cui il ciclo di sculture in acciaio dal titolo Speciazione, installato presso il gran parterre della Reggia di Venaria, nell’ambito del festival ART SITE FEST (2019) e la scultura pubblica Anatomia Umana (2021) installata sull’angolo Giardini c.so G.Ferraris e Via Cernaia a Torino.
Hanno scritto sul suo lavoro numerosi critici e curatori fra cui: Mirella Bandini, Luca Beatrice, Maurizio Calvesi, Luciano Caramel, Martina Corgnati, Enrico Crispolti, Paolo Fossati, Flaminio Gualdoni, Francesco Poli, Elena Pontiggia, Tommaso Trini, Marisa Vescovo.

Gallery

Salvatore Astore, b. 1957
Sconfinamenti, 2022
Bronze
66 x 73.5 x 15.5 cm - - 26 x 29 x 6 1/8 in
Salvatore Astore, b. 1957
Sconfinamenti, 2022
Charcoal, oil and wax on paper
51 x 72 cm - - 20 1/8 x 28 3/8 in
Salvatore Astore, b. 1957
Sconfinamenti, 2023
Inox steel
104 x 100 x 43 cm - - 41 x 39 3/8 x 16 7/8 in
Salvatore Astore, b. 1957
Untitled, 2023
Steel
100 x 73 x 17 cm - - 39 3/8 x 28 3/4 x 6 3/4 in

Video

Exhibition

Publication

News

Exhibitions

Inquire

Add Your Heading Text Here