Red Regatta. La performance di Melissa McGill nella Laguna veneziana

09 May, 2019

Da maggio a novembre 2019, l’artista Melissa McGill presenta Red Regatta, una serie senza precedenti di 4 spettacolari performance sull’acqua realizzate con 52 imbarcazioni tradizionali armate con vele “al terzo”, che navigando all’unisono nei canali  veneziani creeranno una coreografia in movimento. Ogni barca sarà equipaggiata di vele realizzate su misura e dipinte a mano in 52 diverse tonalità di rosso, sviluppate appositamente dall’artista.
Le performance di Red Regatta si terranno l’11 maggio, il 30 giugno, il 1 e 15 settembre. La regata del primo settembre aprirà l’annuale Regata Storica nel Bacino di San Marco, mentre nelle altre date le regate si terranno nella Laguna Nord e nell’area tra le isole di San Servolo e Poveglia. Red Regatta sarà visibile da vari punti panoramici della città e le posizioni ideali per vederla sono consultabili su una mappa interattiva sul sito web (www.redregatta.org). Gli eventi sono gratuiti e aperti al pubblico.
Red Regatta è un progetto di arte pubblica site-specific di Melissa McGill organizzato con Magazzino Italian Art Foundation e l’Associazione Vela al Terzo Venezia. Con il supporto di Mazzoleni e la partecipazione di oltre 250 collaboratori in città, il progetto è a cura di Chiara Spangaro, project manager Marcella Ferrari.
Durante il periodo della Biennale, in vari luoghi della città si terranno incontri pubblici e laboratori con l’artista, in collaborazione con partners come Ocean-Space e No Longer Empty,che esploreranno i temi del progetto in relazione alla storia di Venezia e ad alcune sue tradizioni millenarie. Red Regatta è la prima opera d’arte a essere registrata come Clean Regatta, un programma di Sailors for the Sea che mobilita i navigatori per la protezione degli oceani attraverso le buone pratiche e l’attivismo.

Red Regatta unisce veneziani e visitatori per celebrare la cultura e la storia marittima millenaria di Venezia e della sua laguna, richiamando l’attenzione sul cambiamento climatico e il turismo di massa che ne minacciano il futuro. Navigando nel delicato e liminale rapporto tra gli ambienti costruiti e naturali di Venezia, fra terra e acqua, tra essere umano e natura, Red Regatta prevede 4 spettacolari performance sui canali d’acqua veneziani realizzate con 52 imbarcazioni tradizionali armate con vele “al terzo”. Progettate con un fondo piatto e un albero rimovibile per ovviare ai fondali bassi e in Venezia alla presenza dei ponti, queste imbarcazioniissano tradizionalmente vele dipinte a colori terrosi con stemmi o simboli distintivi di ciascuna famiglia.
“Mentre le vele scivoleranno all’unisono lungo la laguna, le varie tonalità di rosso si mescoleranno visivamente, si uniranno e si fonderanno – afferma l’artista Melissa Mc Gill – Nel contrasto con il cielo e il mare, i rossi fanno riferimento alle forze della vita, della passione, dell’urgenza, e alla stessa Venezia con i suoi mattoni e tetti di terracotta, la sua bandiera e la storia del commercio del pigmento rosso, come ai dipinti di Tiziano, Tintoretto e altri maestri veneziani”.

Melissa McGill vive a New York; crea progetti artistici site-specific su larga scala e utilizza una vasta gamma di media, tra cui fotografia, pittura, disegno, scultura, suono, luce e installazione immersiva. Le sue opere collegano gli spettatori a storie e tradizioni dimenticate, indagano il dialogo tra il visibile e l’invisibile e accrescono la consapevolezza dell’ambiente che ci circonda.

Immagine di copertina: Melissa McGill, Red Regatta (Coppa del Presidente della Repubblica, San Giorgio Maggiore), 2019

Share