Fuoco in Tasca: Rebecca Moccia per Opera Viva, Torino

02 May, 2019

Si rinnova oggi a Torino l’appuntamento con il progetto di arte urbana Opera Viva, ideato da Alessandro Bulgini e a cura di Christian Caliandro.
Protagonista della quinta edizione sarà Rebecca Moccia, tra i protagonisti della mostra londinese MORE THAN WORDS… e della nostra partecipazione alla scorsa edizione di Artissima.
L’opera-manifesto, che verrà svelata stasera alle 19, è intitolata Fuoco in Tasca.
Per l’autrice i fuochi d’artificio sono una metafora dell’opera e dell’artista, e simboleggiano la portatilità (il piccolo nel grande e il grande nel piccolo), l’intangibilità, l’esperienza. L’opera d’arte che ha in mente Rebecca Moccia possiede un effettivo interesse nei confronti del mondo e delle persone, un calore, un’intimità, una vicinanza, un’empatia, una compassione. È un’opera in grado di vivere e di stare al mondo, in grado di muoversi con delicatezza ed emozione, in grado di coltivare una dimensione umana senza la quale nulla esiste, nulla può fiorire.
Così, questo disegno al tempo stesso umile e ambizioso, idealista e semplice, è fiero dei pochi, essenziali elementi che lo compongono (linee, punti, gesti); espone serenamente la sua fragilità e la leggibilità; non ha paura dell’errare, di fallimenti, scarti, arresti, deviazioni, digressioni, cadute improvvise e apparentemente immotivate (che anzi, costituiscono la sostanza del suo percorso e della sua pratica); la sua estrema, piccola/grande utilità risiede proprio nella sua somma inutilità.

L’opera sarà visibile fino al 26 maggio nei pressi della rotatoria di piazza Bottesini, Torino, ed è frutto della collaborazione tra Opera Viva e Flashback, tutta l’arte è contemporanea.

Share