Melissa McGill

Melissa McGill vive e lavora a New York.

McGill realizza progetti artistici site-specific su larga scala, utilizzando una vasta gamma di media, tra cui fotografia, pittura, disegno, scultura, suono, luce e installazioni immersive. Le sue opere richiamano agli spettatori storie e tradizioni dimenticate, indagano il dialogo tra il visibile e l’invisibile e accrescono la consapevolezza verso l’ambiente che le circonda.
L’artista ha vissuto a Venezia dal 1991 al 1993, e ha instaurato con la città lagunare un legame profondo e duraturo. Tra i suoi progetti più recenti, Red Regatta ha preso origine dalla considerazione delle sfide che proprio Venezia si trova ad affrontare in termini di cambiamento climatico e del turismo di massa. La conoscenza intima di Venezia e le sue relazioni personali e professionali in città le hanno permesso di realizzare l’ambizioso progetto, che ha visto la collaborazione e il coinvolgimento in Red Regatta di molti membri della comunità locale. Il progetto è stato appositamente concepito per far partecipare e divertire i cittadini e per celebrare il loro amore per la città.
La sua precedente opera scultorea sonora, The Campi (maggio 2017), che richiamava la vita quotidiana nei campi veneziani, è stata presentata alla Casa/Studio Scatturin di Carlo Scarpa, allo IUAV di Venezia e presso Giorgio Mastinu Fine Art, sempre a Venezia.
Constellation, 2015-2017, installata su un’isola nel fiume Hudson a New York, ha illuminato ogni notte il paesaggio creando una nuova costellazione che trasformava le rovine del castello di Bannerman.
McGill espone le sue opere d’arte a livello nazionale e internazionale dal 1991. Tra le mostre personali recenti, quella presso The Permanent Mission to the United Nations, New York; TOTAH, New York; Francesco Pantaleone Arte Contemporanea, Milano; White Cube, Londra; Power House, Memphis; Palazzo Capello, Venezia; CRG Gallery, New York.

Share