Maurizio Bertinetti

L’artista e collezionista, nasce a Torino il 17 giugno 1955.
Figlio di raffinati e sensibili collezionisti, nel 1968 conosce Lucio Fontana dal quale resterà profondamente colpito. Successivamente si diploma in discipline artistiche e, nel favorevole clima internazionale torinese, frequenta artisti come Man Ray, Meret Oppenheim, Dorothea Tannig, Jean Genet, Allen Jones, Sol Lewitt e Andy Warhol.
Nel 1978 partecipa con Michelangelo Pistoletto alla mostra L’Arte assume la Religione/ Divisione e moltiplicazione dello specchio presso la Galleria Giorgio Persano di Torino; nel 1979 conosce Giulio Paolini che apprezza il suo lavoro esposto alla Galleria Tucci Russo di Torino. Le sue opere affascinano Mario Merz, che lo sostiene nelle successive esposizioni, così come Alighiero Boetti e Luciano Fabro. Lo stesso anno sotto l’ausilio della Galleria Cristian Stein illustra il volume di Carlo Tivioli “Pensieri Temporali”.
Nel corso degli anni successivi, Bertinetti ha esposto in molteplici gallerie private e in numerose sedi museali in Italia e all’estero tra cui il SierKunst Museum, Gent, il Pmmk, Ostenda, l’Het Museum Voor Schoene Kunstern, Gent, l’European Academy of Visual Art, Maastricht, Le Tutesall Ministère des Affaire Culturelles del Lussemburgo, il G.D.B., Toronto, l’Espacio de arte Contemporanea, Valencia, il Curtel Conde Duque, Madrid, il Palau Sant Jordi, Barcellona, il Palazzo delle Esposizioni di Roma, la Reggia di Caserta, Villa Marangon di Trento, la Pinacoteca Provinciale di Bari, il Museo Casabianca di Malo, Palazzo Ruini di Reggio Emilia, il Castello di Corneliano d’Adda, il Museo civico di Terracina, le Scuderie Palazzo Aldobrandini di Frascati, il Centro Espositivo Rocca Paolina di Perugia, la Galleria d’Arte Moderna Villa Seregna di Bologna, la Torre Viscontea di Lecco, il Civico Museo d’Arte Contemporanea Castello di Masnago Varese, il Museo Archeologico di Aosta, il Museo d’Arte Contemporanea Masedu di Sassari, il Palazzo della Ragione di Mantova oltre ad una presenza decennale all’Art Fair di Basilea.
Vive e lavora tra Torino, Parigi e Londra.

Share